Le preghierine della sera

L’Ave Maria iniziava bianca, poi aveva linee verde scuro, poi diventava rossa. Il rosso pallido della carta del macellaio.

Il Requiem Aeternam era giallo, con tutte le sfumature dell’oro e della luce bianca.

Il Gloria era grigio-blu, opaco, con i riflessi del metallo e qualche sriatura rosso scuro, intensa, che sembrava sangue.

L’invocazione all’angelo era azzura, disegnata con i pastelli a cera.

Il Padre Nostro era un susseguirsi di colori dipinti su pergamena, di ogni tonalità, con quella patina antica. Miniature emanuensi di forme mutevoli, astratte.

 

Sinestesia?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...